SANTUARIO DEL SANTO CROCEFISSO
Sito nell´omonima via a 100 m dalla Prepositurale di S.Stefano e a 50m. dal Municipio
Chiesa Crocifisso
Sebbene si ritenga che sul sito esistesse un edificio religioso già prima del X secolo, le prime notizie certe relative al santuario risalgono al XII secolo.
La storia del santuario é strettamente legata a quella della famiglia Pusterla; infatti, fin dal 1297 la chiesa risulta esserne un possedimento e molti membri della casata, secondo gli usi delle famiglie patrizie del tempo, vi hanno trovato sepoltura.
Sempre i Pusterla, che all´inizio del XVI secolo avevano affidato il santuario alla Congregazione dei Servi di Maria donando un terreno attiguo per costruirvi un convento, nel 1578 finanziarono la completa riedificazione della chiesa.
Nel 1770, in seguito da disposizioni delle autorità austriache, il Convento dei Servi di Maria venne soppresso e il Santuario messo in vendita; furono allora i cittadini tradatesi a provvedere al mantenimento della chiesa, mentre il convento, che ancora oggi é visibile alla destra del santuario, divenne un´abitazione privata.
Sembra che fu proprio in quella occasione che la chiesa, che fino ad allora era stata chiamata Chiesa di "S.Salvatore", assunse la denominazione di "Santuario del Santo Crocefisso".
Il Santuario ha subito diversi interventi di restauro, l´ultimo dei quali quello del 1983, quando vennero accuratamente restaurati e ristrutturati sia la chiesa stessa, che il campanile risalente all´inizio del XIX secolo.
L´edificio oggi si presenta con una pianta rettangolare a navata unica, su cui si aprono quattro cappelle sul lato destro e tre sul sinistro; la zona dell´altare, modificata nel 1983, é separata dal resto della chiesa da una balaustra di marmo e ha come elemento principale un pregiato crocifisso ligneo custodito in una teca posta come pala dell´altare.
Questo simulacro di Cristo crocifisso risulta essere tra i più antichi conservati nella zona, ed é sempre stato molto venerato sia dagli abitanti del circondario che da persone venute da lontano: infatti, nel corso della storia numerosi esponenti delle grandi famiglie milanesi sono venuti a inginocchiarsi ad esso.
In occasione di qualche calamità, ma soprattutto nei periodi di siccità, si usava anche portarlo in corteo per le via delle contrade cittadine, fin oltre il confine dei campi.
Ancora oggi i tradatesi sono molto legati al loro crocifisso e vi si stringono attorno principalmente in occasione dei riti della Settimana Santa e nella prima domenica di settembre, quando si celebra la festa a lui dedicata.

< Gennaio 2018 >
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031        
  • Amministrazione Trasparente
 
  • Albo Pretorio
  • Chiarimenti Sulla PEC

 
  • PagoPA

 
  • Cartina - Stradario

 
  • Scrivici
  • Biblioteca
  • Museo della Motocicletta Frera
  • Distretto Urbano del Commercio Città di Tradate
  • Parco Pineta di Appiano Gentile e Tradate
  • Osservatorio Astronomico
  • 141EXPO